La panzanella: come prepararla

Come preparare la panzanella

La ricetta della panzanella trova le sue origini in Toscana e il suo nome sembrerebbe derivare dall’unione di due parole: pane e zanella (zuppiera).

 
È un pasto della tradizione povera, quando i contadini erano soliti bagnare il pane secco e raffermo per mischiarlo alle verdure reperibili in orto in un gran contenitore, la zanella appunto. Si tratta di un pasto nutriente che dà decisamente soddisfazione: la panzanella è buonissima appena fatta ma è gustosa anche dopo il giorno dopo.
 
L’ingrediente principe della panzanella è il pane secco, quindi; ma se desideri dare una marcia in più al piatto puoi sostituirlo con il gusto altrettanto rustico delle nostre Bruschelle 😉

 

Ricetta tradizionale della panzanella

Ingredienti
(per 4 persone)

 
200 g di pane casalingo a fette o di Bruschelle
400 g di cetriolo
15 foglie di basilico
2 pomodori maturi
1 cipolla rossa
aceto bianco q.b.
olio extra vergine di oliva
pepe
sale

 
Procedimento
Sbucciate la cipolla e tagliatela a fettine sottili, poi mettetela in ammollo in una ciotola con dell’acqua e un cucchiaio di aceto di vino bianco per almeno due ore. Sbucciate un cetriolo e tagliatelo a rondelle sottili. Poi mondate, lavate e tagliate a pezzettini il pomodoro, togliendo prima i semi.
Prendete il pane, eliminate la crosta con un coltello e quindi bagnatelo con un po’ di acqua e un cucchiaio di aceto senza inzupparlo troppo. Una volta che il pane si sarà ammorbidito, strizzatelo, spezzettatelo grossolanamente con le mani e mettetelo in un’insalatiera.
Scolate la cipolla rossa e unitela al pane aggiungendo il pomodoro, il cetriolo e le foglie di basilico spezzettate a mano.
Condite tutto con olio extra vergine di oliva, sale e pepe. Mescolate di nuovo e aggiungete dell’aceto di vino se lo gradite.
Lasciate riposare la panzanella in frigo per almeno un’ora affinché gli ingredienti si amalgamino al meglio.