Pancarrè e pane da tramezzino: trova le differenze

Differenze tra pancarre e pane da tramezzino

C’è chi usa il pancarrè per preparare degli stuzzicanti tramezzini e c’è chi usa il pane da tramezzino per dei fragranti toast. La cucina è sì lo spazio per dare libero sfogo alla propria creatività, ma per delle ricettine davvero impeccabili puoi ricorrere alla tradizione, così il risultato è sempre assicurato.

È vero che il tramezzino nasce come sostituto dell’inglese sandwich e quindi era preparato con il pancarrè (la storia del tramezzino continua qui), ma oggi il tramezzino ha una “vita propria” e quindi puoi affidarti all’apposito pane bianco al posto del pancarrè.

 
Ma facciamo un piccolo passo indietro…

 
Il pancarrè è un tipo di pane in cassetta e il suo nome è sinonimo di “pane quadrato”. Nasce a Torino e la sua origine è davvero particolare. Quando, nel passato, un boia si recava in una panetteria per comprare il pane incontrava le resistenze del fornaio che di certo non era contento di servire chi svolgeva un tale mestiere. Allora, come segno di disprezzo, il panettiere porgeva la pagnotta al boia capovolta. Ben presto, questa consuetudine fu bandita con un’ordinanza che, però, fu presto scavalcata dai fornai: cominciarono a produrre un tipo di pane quadrato, uguale su ciascun lato, in modo da continuare con la loro poco benevola usanza senza farsi scoprire (da “Alla scoperta del cibo” di Fabrizio Diolaiuti, Sperling & Kupfer). Da un’origine tanto mesta, però, il pancarrè ne ha fatta di strada! Oggi è il pane perfetto per essere tostato così da preparare, per l’appunto, degli appetitosi toast farciti.

 
E il pane da tramezzino? Si distingue a colpo d’occhio dal pancarrè perché è senza crosta e generalmente tende a essere anche più bianco. Ora ti sveliamo un segreto: il nostro pane da tramezzino, le mitiche Spuntinelle, hanno un bel colore candido grazie all’aggiunta di latte! Il pane da tramezzino, per la sua morbidezza e sofficità è l’ideale per preparare dei tramezzini farciti che si possono tagliare nella classica forma triangolare ma anche chiudere a mo’ di rotolini per antipasti e aperitivi davvero sfiziosi.

 
Quindi, pancarrè o tramezzino? La risposta è: tutti e due!